Accessibilità      Faq      Mappa del Sito     Privacy
FAQ

Chi può ottenere l'autorizzazione all'accesso degli archivi della Soprintendenza?

L’autorizzazione all’accesso agli Archivi è concessa a professionisti archeologi, generalmente per la redazione degli elaborati di “Verifica preventiva dell’interesse Archeologico” ai sensi dell’art. 95 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i., a ricercatori e studenti. Si ricorda, tuttavia, che ai sensi della L.  241/1990 e s.m.i. e del successivo Regolamento D.P.R. 12 aprile 2006, n. 184, l’accesso ai documenti Amministrativi è consentito a tutti i soggetti privati, compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l'accesso.

Come e quando è possibile accedere alla consultazione presso la vostra biblioteca?

La biblioteca è riservata al personale delle Soprintendenze piemontesi ai fini di ricerca, studio e documentazione inerenti l’attività istituzionale.

L’ingresso in biblioteca, previa compilazione di domanda di autorizzazione all’accesso e dichiarazione di presa visione e accettazione del Regolamento, è consentito anche:

a) ai dipendenti del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo;
b) ai docenti universitari;
c) ai collaboratori esterni delle Soprintendenze;
d) ai laureati che dichiarino e motivino di attendere a una specifica ricerca;
e) ai dottorandi, ai laureandi e agli studenti universitari che presentino una lettera credenziale rilasciata dal docente, con l’indicazione del titolo della tesi o della ricerca in corso;
f) ai cultori di discipline che documentino di attendere a specifiche ricerche.

È possibile avere in prestito i volumi presenti nella vostra biblioteca?

I volumi della Biblioteca di Archeologia sono disponibili solo in consultazione; sono ammessi al prestito esterno i docenti universitari e i funzionari del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (cfr. Regolamento).

È possibile riprodurre i documenti consultati in biblioteca o parte di essi?

La riproduzione di documenti è consentita esclusivamente per fini personali di ricerca e di studio, nel rispetto della normativa vigente sulla tutela dei diritti d’autore.
Non è al momento attivo il servizio di fotoriproduzione.
Previa autorizzazione rilasciata a seguito di richiesta scritta, è consentita la riproduzione con macchina fotografica digitale, senza flash né cavalletto, o con scanner personale dell’utente, nel rispetto della normativa vigente sulla tutela dei diritti d’autore. L’autorizzazione alla riproduzione è concessa ove lo stato di conservazione dell’esemplare lo consenta e il procedimento di riproduzione non arrechi danni al materiale.

Che cosa è un tirocinio curriculare ?

Il tirocinio curriculare è un periodo di formazione presso un’azienda o un ente (chiamato soggetto ospitante) che offre allo studente un’esperienza diretta nel mondo del lavoro, nell’ambito delle competenze acquisite attraverso i programmi di studio universitari. I tirocini curriculari, che si svolgono all’interno di apposite convenzioni stipulate tra il soggetto ospitante e l’ Università:
  1. sono rivolti agli studenti iscritti ai corsi di laurea, scuole di specializzazione non mediche, master e dottorati di ricerca;
  2. sono inclusi nel piano di studio e si svolgono all’interno del periodo di frequenza del corso, in genere in funzione del riconoscimento di crediti formativi universitari;
  3. sono disciplinati dalla normativa interna dei singoli Atenei (regolamenti universitari), nel rispetto della normativa nazionale di riferimento (D.M. 25 marzo 1998, n. 142; link http://presidenza.governo.it/normativa/diprus/DM142_1998.pdf);
  4. la loro durata massima, incluse eventuali proroghe, non può essere superiore a 12 mesi, salvo quanto previsto dalla normativa per gli studenti disabili; 5. il soggetto ospitante non ha l’obbligo di corrispondere un’indennità mensile al tirocinante.

Cosa deve fare uno studente universitario se vuole svolgere un tirocinio presso il nostro ufficio ?

  • Innanzitutto deve verificare se è stata stipulata una convenzione di tirocini e stage formativi tra la sua università e la nostra Soprintendenza (e qui farei un link da cliccare e che porta alla consultazione delle nostre convenzioni attive). Nel caso non fosse stata stipulata una convenzione con la propria università, può richiederne l’attivazione al nostro responsabile del servizio formazione e rapporti con Università (linkare al mio nome e indirizzo)
  • In secondo luogo deve consultare la nostra offerta formativa pubblica sul sito (link ai progetti formativi)
  • Se è interessato a uno dei progetti formativi, per avviare la procedura deve contattare il nostro responsabile del servizio formazione e rapporti con Università (linkare ai miei contatti) o il tutor aziendale indicato nel testo del progetto formativo.
 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il 2 giugno 2015 in Italia sono entrati in vigore i nuovi adempimenti previsti dalla normativa europea sui cookie. La tanto discussa cookie law conformemente a quanto stabilito nel provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell'8 maggio 2014, recante "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie". La nostra piattaforma è adeguata alla normativa, richiedendo il consenso a tutti i visitatori.

L'iniziativa del nostro Garante della Privacy non nasce dal nulla e non è altro che un atto dovuto di adeguamento della normativa Italiana a quanto disposto in sede europea: la cookie law, infatti, è un provvedimento nato a livello comunitario (direttiva 2009/136/CE) con l'intento di arginare la diffusione dei cosiddetti cookie di profilazione e dei connessi rischi per la privacy degli utenti di Internet.

Che cosa sono i cookie? I cookie sono file creati dai siti web visitati al fine di memorizzare le informazioni di navigazione, ad esempio le preferenze per i siti o i dati del profilo. Esistono due tipi di cookie. I cookie proprietari vengono impostati dal dominio del sito elencato nella barra degli indirizzi. I cookie di terze parti provengono da altri domini che contengono elementi, come annunci o immagini, incorporati nella pagina, noi non abbiamo cookie di terze parti.

 

SEDE DI ALESSANDRIA

CITTADELLA

 

Indirizzo Via Pavia, 15121 Alessandria

 

Telefono +39 0131.229100

 

Fax +39 011.5213145

 

 

PER SCRIVERCI

 

Mail sabap-al@beniculturali.it

 

Pec mbac-sabap-al@mailcert.beniculturali.it

 

 

SEGUICI SUI SOCIAL

 

 

 

SEDE DI TORINO

PALAZZO CHIABLESE

 

Indirizzo Piazza S. Giovanni 2, 10122 Torino

 

Telefono +39 011.195244

 

Fax +39 011.5213145

 

© 2018 - Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Alessandria Asti e Cuneo - applicazione web e design Gianluca Di Bella