Accessibilità      Faq      Mappa del Sito     Privacy

 

 Alessandria - Cittadella: Caserma Pasubio - Via Pavia snc, 15121       +39.0131.229100       sabap-al@beniculturali.it       mbac-sabap-al@mailcert.beniculturali.it

 

Archeologia senza Scavo. Indagini geofisiche ad Augusta Bagiennorum

Vota questo articolo
(0 Voti)

È davvero possibile un'archeologia senza scavo? Attraverso metodi di indagine come le prospezioni geofisiche, alla fotointerpretazione e, più  in generale, al telerilevamento l'archeologia moderna è in grado di conoscere, prevedere e raccontare anche ciò che in superficie non si vede. Per diverse ragioni, Augusta Bagiennorum per diverse ragioni è un sito ottimale per l’applicazione di questi metodi, ma anche per la sperimentazione di nuove tecniche. Questo l’argomento della conferenza Archeologia senza scavo. Indagini geofisiche ad Augusta Bagiennorum  che si terrà sabato 25 settembre, alle ore 20.30, presso palazzo Lucerna di Rorà a Bene Vagienna (sede del MAB – Museo Archeologico Civico di Bene Vagienna) , nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio. I resti sepolti della città romana nella piana della Roncaglia, infatti, si estendono su una superficie molto più ampia delle parti attualmente in superficie (inseriti nel percorso di visita) e anche più estesa delle zone esplorate dalle campagne di scavo realizzate tra la fine dell’Ottocento e i giorni nostri. In certe stagioni dell’anno, le strutture nel sottosuolo determinano una crescita differenziata della vegetazione e delle coltivazioni: questi segno talvolta sono visibili anche da terra, ma si leggono molto bene dall’alto, come chiunque può verificare semplicemente guardando le foto aree pubblicate in rete (Geoportale Nazionale; Geoportale della Regione Piemonte; Google Maps). Maggiori informazioni, si ricavano però con le prospezioni geofisiche. Attraverso apparecchiature specifiche ad elevata tecnologia , manovrate a terra o da drone, gli scienziati possono rilevare delle “anomalie geofisiche”, che vengono puntualmente rilevate. La mappatura di queste anomalie acquisisce significato attraverso l’interpretazione dei dati, che consiste in un continuo dialogo tra gli archeologi e gli scienziati.

Questi metodi pertanto ci consentono di iniziare a conoscere ampie parti di sottosuolo, senza doverle scavare: un enorme vantaggio per diverse ragioni, in primo luogo perché lo scavo è una azione di ricerca “distruttiva” (un deposito stratigrafico non può essere scavato due volte) e poi perché è anche un’attività molto più costosa. Certamente, lo scavo restituisce una quantità di dati esponenzialmente maggiore, ma questo tipo di indagine ne consente anche una migliore progettazione. Già da alcuni anni e nuovamente nel 2021, ad Augusta Bagiennorum, un’equipe costituita da ricercatori del Politecnico di Torino (Luigi Sambuelli e Chiara Colombero del Dipartimento di Ingegneria dell’Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture) e dell’Università di Torino (Cesare Comina del Dipartimento di Scienze della Terra) in accordo con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Alessandria Asti e Cuneo. Durante la conferenza, gli scienziati presenteranno al pubblico, in modo divulgativo il loro modo di operare e, insieme agli archeologi (in particolare a Gian Battista Garbarino, direttore dell’area archeologica) forniranno alcune interpretazioni dei dati.

 

Le Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days) costituiscono il più partecipato degli eventi culturali in Europa, promosso dal 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea. Lo scopo della manifestazione è far apprezzare e conoscere a tutti i cittadini il patrimonio culturale condiviso e incoraggiare la partecipazione attiva per la sua salvaguardia e trasmissione alle nuove generazioni.

 

La partecipazione è libera fino a esaurimento dei posti disponibili in base alle norme di sicurezza sanitaria (COVID-19), condizionata all’esibizione del green pass ovvero di certificazione di tampone negativo eseguito nelle ultime 48 ore

 

 

Ingresso: gratuito, libero

 

Data Evento:  25/09/2021  -  dalle ore 20.30 alle ore 21.30

 

 

INFO

Telefono: 0172.654152 (rif. Comune, Ufficio Turismo)

 

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Referente per l’ufficio dell’evento: Gian Battista Garbarino

 

COORGANIZZATORI: Comune di Bene Vagienna

 

 

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il 2 giugno 2015 in Italia sono entrati in vigore i nuovi adempimenti previsti dalla normativa europea sui cookie. La tanto discussa cookie law conformemente a quanto stabilito nel provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell'8 maggio 2014, recante "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie". La nostra piattaforma è adeguata alla normativa, richiedendo il consenso a tutti i visitatori.

L'iniziativa del nostro Garante della Privacy non nasce dal nulla e non è altro che un atto dovuto di adeguamento della normativa Italiana a quanto disposto in sede europea: la cookie law, infatti, è un provvedimento nato a livello comunitario (direttiva 2009/136/CE) con l'intento di arginare la diffusione dei cosiddetti cookie di profilazione e dei connessi rischi per la privacy degli utenti di Internet.

Che cosa sono i cookie? I cookie sono file creati dai siti web visitati al fine di memorizzare le informazioni di navigazione, ad esempio le preferenze per i siti o i dati del profilo. Esistono due tipi di cookie. I cookie proprietari vengono impostati dal dominio del sito elencato nella barra degli indirizzi. I cookie di terze parti provengono da altri domini che contengono elementi, come annunci o immagini, incorporati nella pagina, noi non abbiamo cookie di terze parti.

© 2021 - Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Alessandria Asti e Cuneo - applicazione web e design Gianluca Di Bella